X
Search results for:
No result found! Try with different keywords!
Users
Organizers
Events
Advertisement
Oh Snap, this is a past event! 😵

Do you want to get notified when this event happens again?

Concerto del Ensemble Mandolinistico Napoletano

Advertisement

Concerto del Ensemble Mandolinistico Napoletano


Date:
17 dicembre 2011 - Roma, Basilica di Santa Maria del Popolo
29 dicembre 2011 - S.M. di Castellabate (SA), Villa Matarazzo - ore 18.30
05 gennaio 2012 (location ancora da definire)


Descrizione
Ensemble Mandolinistico Napoletano
Voce Fiorenza Calogero
Con la partecipazione del Tenore Carmine De Domenico
Direttore Gianluigi Sperindeo - Musiche della tradizione natalizia partenopea


Musicisti:

Gianluigi Sperindeo - mandolino
Carla Senese - mandolino
Claudio Caliendo - mandolino
Luca Natale - mandolino
Salvatore della Vecchia - mandolino

Marcello Gentile - mandola
Edoardo Robbio - mandola

Carmine Terracciano - chitarra

Raffaele Sgammato - contrabasso

Gabriele Pastore - percussioni

---------------------------------------------------------------------------------------------

L’ensemble mandolinistico napoletano propone in concerto, un raffinato excursus storico della canzone natalizia e tradizionale napoletana passando seguendo una linea filologicamente perfetta.
Il programma è piuttosto articolato; l'esecuzione è d'altissimo livello.
Spazia dalla musica classica alla canzone d'autore, tracciando un percorso storico-musicale che parte dal Seicento e giunge fino alla metà del Novecento attraverso i vari generi della musica napoletana, passando per “La cantata dei pastori” del M. De Simone nell'assoluto rispetto filologico dei brani eseguiti.
Concepita con un alto grado di fedeltà alla tradizione, si sente affinata attraverso uno studio approfondito sui testi, sulle sonorità degli strumenti impiegati in concerto (mandolini, mandola chitarra e contrabbasso) e sulle tecniche esecutive.
Particolarmente curata è la vocalità, incisiva e suadente, sempre variata pur nel rispetto dei moduli tecnico-stilistici del cantare nelle varie epoche e che moltiplica il meraviglioso potenziale d'incantamento frutto di una cultura viva e di una storia che parla all'anima d'eternità.


Programma del concerto:

- Antidotum tarantulare
- Tarantella del 600
- Nascette Lu Messia
- Canzone Del Pescatore
- Pastorale
- Rosa D’argiento
- La Santa Allegrezza
- La Leggenda Del Lupino
- ‘A Nuvena
- Notte Di Natale
- Stille Nacht
- White Christmas
- Quando Nascette Ninno

---------------------------------------------------------------------------------------------

Cenni Biografici degli artisti:


FIORENZA CALOGERO
nasce a Castellammare di Stabia il 7 luglio 1978. Il fiore è quello di un canto antico, viscerale, plebeo, che si fa colto e nobile ma mai snob per rispetto dei maestri.
Il primo incontro determinante è quello con Roberto De Simone, che le affida ruoli siginificativi in spettacoli come "La Gatta Cenerentola" (1999), "L´Opera buffa del Giovedì santo" (2000), "Li Turchi viaggiano" (2000), "Dedicato a Giulia De Caro" (2001), "Omaggio a Giordano Bruno" (2002), "Lo Vommaro a duello" (2008), produzione del Teatro di San Carlo, per il Napoli Teatro Festival.
Intanto la canzone napoletana la strega, la conquista, la rapisce. Lei la studia e la frequenta, cercando il repertorio e gli arrangiamenti più adatti alle sue corde, sensualissime, calde, scure come la vita.
Concorsi (vince il Premio Saint Vincent nel 2001 come migliore interprete con il brano "Indifferentemente", unica canzone classica napoletana in gara) e poi concerti, spettacoli... la solita gavetta, che la porta a collaborare con musicisti del calibro di Enzo Avitabile, Antonio Sinagra, Rino Zurzolo, Roberto Pregadio, Bruno Biriaco, Adriano Pennino, Peppe Vessicchio, Enzo Gragnianiello, Eugenio Bennato, Lino Cannavacciuolo.
Nel 2008 Pietro Gargano le dedica due pagine nell'enciclopedia della canzone classica napoletana edita dalla Magmata e le sue interpretazioni di classici napoletani vengono inserite nell'archivio sonoro della Rai. Nello stesso anno interpreta al Premio Carosone le canzoni melodiche del grande Maestro "T'Aspetto 'e nove" e "Giacca rossa e russetto".
Poi c'è il teatro, un contatto quotidiano con il palcoscenico e il pubblico, grazie a lavori come "Sacro e pagano" per la regia di Pasquale dello Monaco (2003), "´Na sceneggiata" per la regia di Antonio Calenda (2004), "Napoli nella tempesta" regia di Bruno Garofalo (2005), "Voci di terre lontane" regia di Karima Angiolina Campanelli (2005), "Mettetevi comodi" di e con Gino Rivieccio (2006), "Era la festa di San Gennaro" di e con Giacomo Rizzo (2006), "Mal'aria" regia di Bruno Garofalo, coreografie di Franco Miseria (2006), "Signori si nasce" regia di Gaetano Liguori con Rino Marcelli (2007),"Io speriamo che me la cavo" con Maurizio Casagrande (2007), "Balli di Sfessania" (2007) regia di Bruno Garofalo con Mariano Rigillo, "Quanno ce vo´ ce vo´" (2009) e "La pazienza differenziata" (2011) ancora con Rivieccio, "Senza impegno" ancora con Casagrande (2009), "Uomo e galantuomo" di Eduardo De Filippo con Francesco Paolantoni per la regia di Armando Pugliese (2010).
Si confronta con il repertorio di Raffaele Viviani, lavorando in "Padroni di barche" (2009) e poi di nuovo in "Napoli chi resta e chi parte" (2011) diretta sempre da Pugliese, riprendendo così le canzoni del grande drammaturgo.
Debutta con l'emozionante album "Fioreincanto" (2007), contemporaneamente rappresenta la musica napoletana al Columbus Day di New York.
Nel 2009 riceve a Ravello il premio "Naples in the World" come miglior cant-attrice partenopea ed esce l'album "Fiorenza" pubblicato dall'etichetta olandese Cnr Entertainment e destinato al mercato internazionale.. Sul disco, in una alternanza di classici e d'inediti, melodie veraci e contaminazioni sul fronte dell'opera pop, duetta con il tenore Vittorio Grigolo e dal vivo con Alessandro Safina e il baritono olandese Ernst Daniel Smid.
Sempre nel 2009 John Turturro la vuole in "Passione", il suo viaggio al termine della canzone napoletana, affidandole, sullo schermo come nella colonna sonora, la più antica melodia inclusa nel suo film sulla canzone partenopea, il "Canto delle lavandaie del Vomero".
Nel 2011 con le colleghe Daniela Fiorentino e Lorena Tamaggio e accompagnata dal pianista Lorenzo Hengeller pubblica per la Edel l'album "Sotto il vestito... Napoli", produzione artistica di Federico Vacalebre.


CARMINE DE DOMENICO
Dotato di una voce istrionica, affascinante ed affabulatrice.
Stimato dalla critica e considerato un talento e promessa del bel canto, l’artista, riesce con la sua voce a comunicare emozioni affascinando il pubblico con interpretazioni prettamente personali.
Carmine De Domenico ha un timbro pastoso, riesce a mostrare un ottimo controllo e precisione nell’emissione sia nei registri più acuti che non, con particolare sensibilità nel restituire le dinamiche degli effetti e delle emozioni sottese ai brani.
La cura del particolare, l’eleganza, la sensibilità per l’arte sono elementi che caratterizzano ogni esibizione, concerto e/o spettacolo, rendendolo così un evento di gran classe.
Intraprende lo studio del canto lirico con il M° Luigi Giordano Orsini (Teatro S.Carlo di Napoli), scopre la “dimensione” del bel canto e presta particolare attenzione al repertorio classico napoletano.
Continua gli studi presso il conservatorio di Musica “D.Cimarosa” di Avellino con il M°Pasquale Tizzani; partecipa a varie master-class di canto con il M° Giovanni Battista Palmieri, M° Stella Parenti (Santa Cecilia di Roma)...
Collabora con vari musicisti, direttori d’orchestra, attori e registi.
L'idea di portare la tradizione e le melodie del panorama classico napoletano è sempre stato un'obiettivo primario.
Vivida è l’attività concertistica dell’interprete con partecipazioni a rassegne di respiro nazionale e internazionale, in particolare:
• “Carmine De Domenico e il quartetto a plettro napoletano”
concerti in Italia e all’estero;
• “Carmine De Domenico e l’orchestra mandolinistica napoletana”
• “Nanning International Folk Song Arts Festival ” in Cina
rappresentante della romanza Napoletana;
• “Concerto per Napoli” a Madrid, Monaco di Baviera,Baltimora,Zurigo;
• “Le Parenti di San Gennaro” con Gea Martire, Federica Aiello… Musiche Paolo Coletta, regia Roberto Azzurro
• “Concerto della Banda della Polizia di Stato” diretta dal M° Maurizio Billi
al Teatro San Carlo di Napoli;
• “Dal Barocco al 900 napoletano” Tour Italia e all’estero.
Oltre alla musica, Carmine De Domenico è protagonista di esperienze legate al teatro, all'operetta e ai musical.
Tra i vari lavori: Musical ”Novecento Napoletano” (Varie edizioni) con Rosaria De Cicco, Gennaro Cannavacciuolo, Federico Salvatore, Salvatore Misticone, Susy Sebastiano, Franco Castiglia e tanti altri artisti. Arrangiamenti musicali e direz. d'orchestra a cura del M° Tonino Esposito. Regia Bruno Garofalo.
Molte sono anche le partecipazioni televisive che vedono l'artista protagonista di alcuni programmi tv su Mediaset, Rai e Sky.

---------------------------------------------------------------------------------------------
Contatti:
Fiorenza Calogero
aW5mbyB8IGZpb3JlbnphY2Fsb2dlcm8gISBpdA==
Sito Web
http://www.fiorenzacalogero.it/


Management:
Andrea Aragosa, tfm 333.4226739
andreaaragosa@alice .it



Liked this event? Spread the word :

Map Rome, Italy
Loading venue map..
Event details from Report a problem

Are you going to this event?

Organizer

Fiorenza Calogero Bis
Advertisement