Search results for:
No result found! Try with different keywords!
Users
Organizers
Events

IPAP OPEN HOUSE 2019 - L'immaginazione in un mondo digitale

Advertisement

IPAP OPEN HOUSE 2019 - L'immaginazione in un mondo digitale


Siamo lieti di invitarla all'IPAP OPEN HOUSE 2019, "Far vivere l'immaginazione in un mondo digitale", sabato 6 e domenica 7 luglio 2019, presso Vistaterra Country Resort (Ivrea-Parella, TO), in forma gratuita, per farle conoscere la proposta formativa della Scuola di Specializzazione in Psicoterapia IPAP, fare esperienza di due giorni di intensa attività didattica, interagire con Docenti e Allievi in un contesto stimolante e internazionale e condividere momenti comunitari di dialogo e convivialità. La aspettiamo!

Tema

L’era digitale ha portato alla luce profondi cambiamenti individuali, sociali e culturali, che influenzano il modo in cui, oggi, i professionisti della salute mentale praticano la cura psicologica e, più nello specifico, la psicoterapia. Viviamo in un mondo sempre più dipendente dal codice digitale degli algoritmi; sistemi altamente complessi di tecnologia informatica stanno rapidamente prendendo il posto dell’“immaginazione autentica” (C.G. Jung, H. Corbin), e della capacità di espressione dell’individuo, in origine radicata nell’organicità dell’Anima Mundi, l’“anima del mondo” (J. Hillman). Le macchine avanzate, i cyborg, hanno raggiunto un alto livello di capacità di coscienza (per esempio, come intelligenza, attenzione, autonomia e intenzionalità). Il futuro dell’esperienza umana sarà sempre più localizzato in una matrice di realtà virtuali, aumentate e miste. Il destino del sogno, che ha origine nel mistero della psiche, è sfidato e messo in pericolo da questo radicale spostamento nella dimensione digitale.

Tutto ciò vale soprattutto per l’attuale generazione di bambini e adolescenti, che stanno crescendo in una realtà sempre più interconnessa con il digitale e vengono costantemente bombardati da media e pubblicità. Questa generazione, non a caso definita “i-Gen”, è costituita da nativi digitali che hanno sempre meno occasioni di vivere momenti di “noia” e opportunità per sperimentare giochi di fantasia autentica. Le ricerche più recenti stanno portando alla luce anche i cambiamenti nello sviluppo cerebrale in conseguenza di una esposizione costante a schermi digitali, specialmente nel caso dei più giovani. Come psicologi e psicoterapeuti, come possiamo sostenere famiglie e individui nell'acquisire maggiore consapevolezza e responsabilità nell’utilizzo del digitale e, insieme, offrire loro un modo per rientrare nella dimensione creativa e rigenerativa del gioco e dell’immaginazione?

Il seminario esplorerà come le identità online possano essere integrate nel processo psicoterapeutico, in particolare attraverso il modello del Virtual Identities Integration Treatment (VIIT). Il VIIT sarà presentato come una metodologia per lavorare psicoterapeuticamente con famiglie e individui, e in particolare adolescenti, al fine di sensibilizzare a una capacità di “governo” dell’uso del digitale, sostenendo i giovani nello sviluppo della propria identità e ampliando lo spazio dell’immaginazione. Attraverso l’uso di esempi clinici, si approfondirà quindi come impostare dei confini digitali e lavorare con le identità online come vie di accesso all’immaginazione. La riflessione sarà estesa anche ai nuovi contesti clinici, mettendo in relazione la responsabilità digitale e il VIIT con la terapia di gruppo nell’età evolutiva, con la finalità di ridurre il tempo trascorso davanti allo schermo, aumentare l’intelligenza emotiva sociale, consolidare una immagine positiva del corpo e incrementare l’autostima.

Le sessioni pomeridiane saranno invece dedicate a un approfondimento teorico-clinico del Dream Tending (DT), la pratica sviluppata da Stephen Aizenstat in una esperienza oltre trentennale di studio e attività psicoterapeutica, che interpreta il mondo come un sistema vivo e costantemente sognante. Il seminario offrirà quindi l’opportunità di sperimentare l’approccio del Dream Tending, basato sul “dare vita” alle immagini dei sogni. Attraverso il Dream Tending è possibile, per esempio, trasformare i personaggi degli incubi in validi mentori; portare un nuovo calore e una nuova intimità nelle proprie relazioni; contribuire al superamento di ossessioni, compulsioni e dipendenze; entrare in contatto con le capacità di guarigione del sogno attraverso il dialogo con immagini terapeutiche; scoprire il potenziale della propria creatività non ancora utilizzato; e, anche, vedere il mondo intorno a sé in una nuova luce. Nell’ambito del seminario, saranno presi in considerazione sia gli “avatar” del cyberspazio sia le “figure autonome” dei sogni, insieme a nuove immagini “ibride” generate dalla confluenza tra i due mondi, digitale e onirico. Una attenzione particolare sarà rivolta a quelle immagini che sembrano porsi come una “guida” nella nostra vita e una opportunità di accesso all’immaginazione profonda.

Relatori

Stephen Aizenstat, Ph.D., ha dedicato la sua vita a comprendere la profonda saggezza e il potere di guarigione che esiste in ciascuno di noi. Questa ricerca è stata una forza trainante nella creazione da parte del professor Aizenstat del Pacifica Graduate Institute, di cui è tuttora Presidente, il prestigioso ateneo americano specializzato negli studi di psicologia del profondo, mitologia e scienze umane. Il professor Aizenstat è stato e continua a lavorare come consulente di importanti aziende tecnologiche, film hollywoodiani, comunità e istituzioni educative, ha tenuto numerose conferenze sul simbolismo dei sogni, sull’immaginazione profonda e sulle nuove tecnologie e ha contribuito a importanti progetti di sviluppo organizzativo. Il professor Aizenstat è affiliato allo Earth Charter, il progetto internazionale promosso dalle Nazioni Unite. Ha studiato e collaborato con alcuni tra i più importanti studiosi dell’area psicologica, tra cui Joseph Campbell, James Hillman, Marion Woodman e Robert Johnson. Ha tenuto seminari, workshop ed eventi in Asia e in Europa. La sua opera principale, "Dream Tending", è apparsa anche in italiano come "Vegliare il sogno. Teoria e pratica del Dream Tending" (a cura di R. Bernardini e G.P. Quaglino, 2013). Il professor Aizenstat è membro dell’Advisory Board dell’Istituto di Psicologia Analitica e Psicodramma (IPAP), Scuola di Specializzazione in Psicoterapia, di Ivrea.

Alia Aizenstat, M.A., M.F.T.I., è psicologa, terapeuta familiare e di coppia (#106561) e consulente clinica professionale (#5099). Formatasi presso il Pacifica Graduate Institute, lavora privatamente a Santa Barbara (California, USA) e, come facilitatore di gruppo, presso AHA, un'organizzazione no-profit che educa gli adolescenti all’intelligenza emotiva e la giustizia sociale. È autrice di “Psicoterapia nell’era digitale: l’integrazione delle identità online nel processo terapeutico” e fondatrice del modello del “Virtual Identities Integration Treatment” (VIIT). Si è formata nel modello di terapia traumatologica EMDR (livelli 1-2), con un focus sull’attaccamento, presso il Parnell Institute e la Acceptance Commitment Therapy (ACT) con uno dei fondatori del programma, Steven Hayes. Ha acquisito la certificazione in “Dream Tending” e, presso la Leadership Santa Barbara County, in leadership training; è inoltre insegnante di yoga certificata. Lavora da anni per implementare nelle scuole e nei centri di trattamento terapeutico i segmenti psicoeducativi sulla responsabilità digitale. Insegna regolarmente presso l’Istituto di Psicologia Analitica e Psicodramma (IPAP), Scuola di Specializzazione in Psicoterapia, di Ivrea.

Collaborazioni

Il seminario internazionale è organizzato dall’Istituto di Psicologia Analitica e Psicodramma (IPAP), Scuola di Specializzazione in Psicoterapia (Ivrea), e dal Pacifica Graduate Institute (Santa Barbara, California), in collaborazione con Dream Tending (Santa Barbara, California), Associazione per gli Insediamenti Universitari e l’Alta Formazione nel Canavese (Ivrea), Vistaterra Country Resort - Castello di Parella (Parella/Ivrea) e Azienda Sanitaria Locale TO4 (Ciriè, Chivasso e Ivrea), con il Patrocinio della Fondazione Adriano Olivetti (Roma-Ivrea) e Confindustria Canavese (Ivrea). Il seminario è inoltre sviluppato in collaborazione con la Global Dream Initiative (GDI), il cui lavoro, a livello internazionale, si fonda sull’idea che la sofferenza del mondo si manifesti anche nelle immagini dei sogni, a cui possiamo dare risposta in modo creativo: la Global Dream Initiative promuove da anni un forum per ascoltare i sogni del mondo e identificare modi nuovi e generativi per rispondere alla crisi – culturale, politica, economica e ambientale - del mondo attuale.

Informazioni

Sarà fornito un servizio di traduzione simultanea dall'inglese all'italiano e dall'italiano all'inglese.

Iscrizione

La partecipazione è gratuita, fino a esaurimento posti, per giovani psicologi. L'iscrizione è obbligatoria a aW5mbyB8IGlwYXAtanVuZyAhIGV1



Map IPAP - Institute of Analytical Psychology and Psychodrama, Via Monte Navale, 1, 10015 Ivrea, Italy, Ivrea, Italy
Report a problem

Are you going to this event?

Organizer

IPAP - Institute of Analytical Psychology and Psychodrama
Advertisement

More Events in Ivrea

Explore More Events in Ivrea