Search results for:
No result found! Try with different keywords!
Users
Organizers
Events
Advertisement
Oh Snap, this is a past event! 😵

Do you want to get notified when this event happens again?

INT/EST/erno: Il design italiano fra gli anni ’50 e ’90 del 900

Advertisement

INT/EST/erno: Il design italiano fra gli anni ’50 e ’90 del 900


L'Istituto Italiano di Cultura vi invita
mercoledì 20 marzo 2019, alle ore 18.30,
in Aleea Alexandru 41, Bucarest
all'inaugurazione della mostra

INT/EST/erno: Il design italiano fra gli anni ’50 e ’90 del Novecento

a cura di Agostino Bossi e Roberta Esposito

Noti internazionalmente sin dal primo dopoguerra, fra gli anni Sessanta e Novanta del ** secolo, i progettisti italiani si specializzano anche come designer, spaziando dall’interno domestico alla metropoli. “Dal cucchiaio alla città” è la nota espressione, attribuita a Ernesto Nathan Rogers (1946), con cui sintetizzare la capacità italiana di creare bellezza in quel fecondo quarantennio. Gli oggetti che furono prodotti, prevalentemente in serie, spaziano dall’elemento minuto destinato all’interno architettonico, all’infrastruttura e all’arredo della città. Per quegli anni il design italiano può essere descritto come una luminosa parabola, un arco temporale e inventivo che ha il suo incipit nel fenomeno del boom economico caratterizzato da un’industria fiorente, un’imprenditoria innovativa, un’intelligenza culturale e sociale; il suo apice nel riconoscimento e nella diffusione internazionale della sua produzione; e infine un punto d’arrivo in coincidenza con il cambiamento strutturale del settore merceologico, l’avanzamento della lean production prima e della delocalizzazione poi. Con l’avvento massivo dell’informatica, della società della comunicazione e dei processi di globalizzazione, si aprirà una nuova era e l’italianità del design sarà frutto di apporti interdisciplinari e commistioni culturali.

La mostra INT/EST/erno: Il design italiano fra gli anni ’50 e ’90 del Novecento presenta una selezione di prodotti di quel prospero periodo attraverso la capacità creativa dei designer italiani di progettare oggetti sia per gli ambienti privati che per lo spazio pubblico, secondo una prospettiva che ha nel riconoscimento della civitas – l’insieme dei cittadini (diverso dalla urbs, la città intesa come complesso di edifici e mura) – il suo maggiore impegno etico: prodotti per le persone, nella casa, negli ambienti pubblici, nella città. Fra il 1950 e il 1990, il design italiano ha messo al centro del suo progetto, insieme alla ricerca della bellezza, della perfezione tecnica ed esecutiva, l’essere umano, con sensibilità, rigore e, spesso, molta ironia.

La mostra resterà aperta fino all'8 aprile 2019.
Entrata libera



Map Istituto Italiano di Cultura Bucarest, Aleea Alexandru 41, Sector 1, 011822 Bucharest, Romania, Bucharest, Romania
Loading venue map..
Report a problem

Are you going to this event?

Organizer

Istituto Italiano di Cultura Bucarest
Advertisement